Autonomie e Ambiente chiede che regioni e territori possano ripartire in autonomia


Ovunque si siano consolidate e diffuse buone pratiche di cura domiciliare del coronavirus (evitando quindi che i contagiati si aggravino irreparabilmente e finiscano ad affollare gli ospedali) e dove si è ragionevolmente certi che la circolazione del virus sia rallentata, è arrivato il tempo di far ripartire la vita quotidiana.

Chiediamo che ogni regione, ogni territorio, ogni comunità, ogni impresa, ogni scuola, che siano riuscite a organizzarsi con pratiche di distanziamento e con dispositivi di protezione individuale, possano riaprire con i tempi e le modalità che ritengono più opportune, secondo protocolli pubblici, largamente condivisi e continuamente correggibili e perfettibili sulla base della vigilanza quotidiana delle diverse situazioni. Senza fare polemiche su come si è risposto a una situazione che ha colto tutti impreparati, è arrivato il momento di restituire alle regioni, alle comunità, alle famiglie, alle imprese, le proprie responsabilità. Si è francamente esagerato con proibizioni generalizzate (come quelle contro le passeggiate solitarie). La difesa delle libertà individuali, in questa nuova fase, deve tornare ad essere al centro della preoccupazione di tutti. Da questo punto di vista, siamo molto preoccupati dall’enfasi che si dà a strumenti di controllo centralizzati, come la “app unica nazionale”. Si deve anche porre fine all’interventismo prefettizio e le autorità locali, che rappresentano direttamente le loro popolazioni, devono vedersi restituita la giusta autonomia d’azione. 

Per maggiori informazioni si contatti la Presidenza di Autonomie e Ambiente (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) o ciascuna delle forze sorelle firmatarie.

Membri di Autonomie e Ambiente che sottoscrivono questa presa di posizione:

Patto per l’Autonomia – Friuli V.G. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Patrie Furlane - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Patto per l’Autonomia – Veneto - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pro Lombardia Indipendenza - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Comitato Libertà Toscana - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Alpe - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Siciliani Liberi - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Aderisce al comunicato anche il gruppo osservatore: Comitato Autonomia Piemont - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Autonomie e Ambiente
Via Vittorio Emanuele III n.3 - 33030 Campoformido (UD)

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ottenere aggiornamenti sulle attività della rete Autonomie e Ambiente

Abilita il javascript per inviare questo modulo